News

News

09 settembre,2019

🇺🇸🇺🇸🇺🇸 SAVE THE DATE 🇺🇸🇺🇸🇺🇸
International Forum ''Business Focus #USA:
sfide ed opportunità di un mercato in continua evoluzione''

Bari, mercoledì 18 settembre 2019
Sala convegni, Padiglione Internazionalizzazione -
Fiera Del Levante (Pad. n. 150)

Regione Puglia
U.S. Embassy to Italy - Ambasciata Americana a Roma
#AmericanChamberofCommerceinItaly
#ICE
IBM
Simest SpA
#GruppoLeonardoSpA
#SACE
Confindustria Bari Bat
Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bari
Comune di Bari

info su
www.legalunity.it
internazionalizzazione.regione.puglia.it
www.sistema.puglia.it
... Leggi tuttoLeggi meno

🇺🇸🇺🇸🇺🇸 SAVE THE DATE  🇺🇸🇺🇸🇺🇸
International Forum Business Focus #USA: 
sfide ed opportunità di un mercato in continua evoluzione

Bari, mercoledì 18 settembre 2019 
Sala convegni, Padiglione Internazionalizzazione - 
Fiera Del Levante  (Pad. n. 150)

Regione Puglia
U.S. Embassy to Italy - Ambasciata Americana a Roma
#AmericanChamberofCommerceinItaly
#ICE
IBM
Simest SpA
#GruppoLeonardoSpA
#SACE
Confindustria Bari Bat
Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bari
Comune di Bari

info su 
www.legalunity.it  
http://internazionalizzazione.regione.puglia.it
http://www.sistema.puglia.it

16 luglio,2019

Il 12 luglio a Roma nella splendida cornice del salone delle Fontane lo studio legale barese Amendolito & Associati e’ stato premiato agli Italian Awards come Studio dell’anno Labour
Francesco Amendolito, insieme a Domenico Costantino, Luigi Decollanz e Francesco Paolo Perchinunno, ha fondato Legal Unity con la prospettiva di creare uno studio multidisciplinare che possa essere considerato dai propri clienti un asset strategico della propria azienda.
... Leggi tuttoLeggi meno

Il 12 luglio a Roma nella splendida cornice del salone delle Fontane lo studio legale barese Amendolito & Associati e’ stato premiato agli Italian Awards come Studio dell’anno Labour
Francesco Amendolito, insieme a Domenico Costantino, Luigi Decollanz e Francesco Paolo Perchinunno, ha fondato Legal Unity con la prospettiva di creare uno studio multidisciplinare che possa essere considerato dai propri clienti un asset strategico della propria azienda.

 

Comment on Facebook

Una bella squadra.Complimenti!!!😊💪

27 giugno,2019

Lawyers Luigi Decollanz and Francesco Amendolito attended the 104th Annual General Meeting of American Chamber of Commerce in Italy ... Leggi tuttoLeggi meno

Lawyers Luigi Decollanz and Francesco Amendolito  attended the 104th Annual General Meeting of American Chamber of Commerce in Italy

26 giugno,2019

L'Avv. Luigi Decollanz ha partecipato all'Indipendence Party 2019 presso il Consolato Generale Americano di Napoli, organizzato magistralmente dalla Padrona di Casa il Console Generale S.E. Mary Ellen Countryman 🇺🇸 ... Leggi tuttoLeggi meno

LAvv. Luigi Decollanz ha partecipato allIndipendence Party 2019 presso il  Consolato Generale Americano di Napoli, organizzato magistralmente dalla Padrona di Casa il Console Generale S.E. Mary Ellen Countryman 🇺🇸

24 maggio,2019

Il Prof. Francesco Amendolito (Managing partner Amendolito & Associati e Legal Unity), Docente di Diritto del Lavoro presso la Facoltà di Economia dell'Università LUM Jean Monnet nonché Direttore Scientifico del Master Universitario di I livello MAHRM (Hr Management) della School of Management, nella prestigiosa sede della Borsa di Milano a “Le Fonti Awards 2019” ha ricevuto il premio come Avvocato dell'Anno in Diritto del Lavoro e nelle Relazioni Industriali e Sindacali “Per la riconosciuta preparazione accademica, la vasta esperienza in tutte le aree giuslavoristiche, nonché per le innate doti di leadership nella gestione del suo Studio Legale, il Prof. Avv. Francesco Amendolito è considerato dal mercato uno dei massimi esperti in materia di Diritto del Lavoro con particolare riguardo nelle Relazioni Industriali e Sindacali”. ... Leggi tuttoLeggi meno

24 maggio,2019

Il Prof. Francesco Amendolito (Managing partner Amendolito & Associati e Legal Unity), Docente di Diritto del Lavoro presso la Facoltà di Economia dell'Università LUM Jean Monnet nonché Direttore Scientifico del Master Universitario di I livello MAHRM (Hr Management) della School of Management, nella prestigiosa sede della Borsa di Milano a “Le Fonti Awards 2019” ha ricevuto il premio come Avvocato dell'Anno in Diritto del Lavoro e nelle Relazioni Industriali e Sindacali “Per la riconosciuta preparazione accademica, la vasta esperienza in tutte le aree giuslavoristiche, nonché per le innate doti di leadership nella gestione del suo Studio Legale, il Prof. Avv. Francesco Amendolito è considerato dal mercato uno dei massimi esperti in materia di Diritto del Lavoro con particolare riguardo nelle Relazioni Industriali e Sindacali”. ... Leggi tuttoLeggi meno

21 maggio,2019

Legal Unity si coferma sempre in prima linea nelle relazioni tra Italia e USA.
L’Avv. Luigi Decollanz ha partecipato al Transatlantic Dinner Meeting organizzato da #AmCham Italy con la presenza degli Ambasciatori 🇺🇸 #LewisEisenberg 🇮🇹 #ArmandoVarricchio e il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri #GiancarloGiorgetti.
... Leggi tuttoLeggi meno

Legal Unity si coferma sempre in prima linea nelle relazioni tra Italia e USA. 
L’Avv. Luigi Decollanz ha partecipato al Transatlantic Dinner Meeting organizzato da #AmCham Italy con la presenza degli Ambasciatori 🇺🇸 #LewisEisenberg 🇮🇹 #ArmandoVarricchio e il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri #GiancarloGiorgetti.

14 maggio,2019

L'Avv. Gianluigi Esposito di AEM Carnelutti New York e l'Avv. Luigi Decollanz di LEGAL UNITY intervengono al Corso di Alta Formazione sulla Internazionalizzazione verso gli Stati Uniti 🇺🇸 per giovani giuristi d'impresa, organizzato da AIGA BARI e finanziato con fondi della Cassa Forense.
Un sentito grazie a TELEBARI per le riprese.
... Leggi tuttoLeggi meno

 

Comment on Facebook

Gigi the best!

Grande Gigi!

🔝🔝 Bravissimo Gigi

Sei il top!!!!

Congratulazioni Gigi. Buon lavoro.

Grande gigino!!

Gigi Decollanz 🔝🔝🔝

+ View previous comments

07 maggio,2019

8 maggio 2019. Palazzo Mezzanotte.
Il Prof. Francesco Amendolito, socio di LEGAL Unity e docente di diritto del Lavoro all’Universita’ LUM JEAN Monnet, tra i relatori all’Hr Forum presso la Borsa di Milano sul tema il Welfare Aziendale.
lefonti_group
Le Fonti HR FORUM | 8 Maggio 2019 8.45 – 13.15 | Milano, Palazzo Mezzanotte! Ultimi giorni per iscriversi gratuitamente all'evento dedicato ai professionisti del settore RISORSE UMANE, con numerosi ospiti e tavole rotonde. Prenota il tuo posto e scopri i dettagli del programma!
www.lefonti.it/eventiwp/hr-forum/
#lefonti #lefontiforum
www.instagram.com/p/BxAMQsHBO22/?utm_source=ig_share_sheet&igshid=ejv9ggtnxy95
... Leggi tuttoLeggi meno

 

Comment on Facebook

06 maggio,2019

L'Avv. Luigi Decollanz nuovo rappresentante locale per Bari di American Chamber of Commerce in Italy per il biennio 2019-2021

info su www.amcham.it
... Leggi tuttoLeggi meno

LAvv. Luigi Decollanz nuovo rappresentante locale per Bari di American Chamber of Commerce in Italy per il biennio 2019-2021

info su www.amcham.it

 

Comment on Facebook

💪🏽💪🏽💪🏽

Complimentissimi!!!

Congratulazioni!!!

29 marzo,2019

Teamwork in New York Legal Unity (Avv. Luigi Giuseppe Decollanz) and AEM Carnelutti (Avv. Gianluigi Esposito).
More opportunities for companies that want to internationalize their business in USA 🇺🇸.
... Leggi tuttoLeggi meno

Teamwork in New York Legal Unity (Avv. Luigi Giuseppe Decollanz) and AEM Carnelutti (Avv. Gianluigi Esposito). 
More opportunities for companies that want to internationalize their business in USA 🇺🇸.

22 febbraio,2019

School of Management Università LUM Jean Monnet. Inaugurazione Corsi Campus di Milano nella splendida sede dell’Università a Villa Clerici.
Il Prof. Francesco Amendolito, Direttore scientifico del Master Universitario di Human Resources Management con il Prof. Francesco Albergo Direttore Operativo LUM School of Management. All’inaugurazione hanno relazionato il Rettore dell’Università Prof. Emanuele Degennaro, il Decano della Facoltà di Economia Prof. Antonello Garzoni, il Direttore Scientifico della LUM School of Management. Sono intervenuti l’On.le Massimo Garavaglia, sottosegretario del Ministero dell’Economia e delle Finanze, e l’Avv. Attilio Fontana, Presidente della Regione Lombardia.
... Leggi tuttoLeggi meno

School of Management Università LUM Jean Monnet. Inaugurazione Corsi Campus di Milano nella splendida sede dell’Università a Villa Clerici.
Il Prof. Francesco Amendolito, Direttore scientifico del Master Universitario di Human Resources Management con il Prof. Francesco Albergo Direttore Operativo LUM School of Management. All’inaugurazione hanno relazionato il Rettore dell’Università Prof. Emanuele Degennaro, il Decano della Facoltà di Economia Prof. Antonello Garzoni, il Direttore Scientifico della LUM School of Management. Sono intervenuti l’On.le Massimo Garavaglia, sottosegretario del Ministero dell’Economia e delle Finanze, e l’Avv. Attilio Fontana, Presidente della Regione Lombardia.

17 febbraio,2019

Legal Unity con i suoi Senior Partners Prof. Avv. Domenico Costantino e Avv. Francesco Paolo Perchinunno ha collaborato con l'avv. Roberto Tartaro a riportare a Bari la Tela intitolata "Superficie 223" del Maestro Giuseppe Capogrossi.
Adesso custodita presso la Pinacoteca della Città Metropolitana.
... Leggi tuttoLeggi meno

Legal Unity con i suoi Senior Partners Prof. Avv. Domenico Costantino  e Avv. Francesco Paolo Perchinunno ha collaborato con lavv. Roberto Tartaro a riportare a Bari la Tela intitolata Superficie 223 del Maestro Giuseppe Capogrossi. 
Adesso custodita presso la Pinacoteca della Città Metropolitana.

 

Comment on Facebook

👏👏👏👏

👏👏👏

06 febbraio,2019

Milano 7 febbraio 2019 - Villa Clerici
“Gestione delle risorse umane tra norma e industry 4.0” e’ il tema dell’intervento del senior partner Francesco Amendolito al Forum HR Lab Human Capital presso la sede di Milano della School of Management dell’Universita’ LUM Jean Monnet.
... Leggi tuttoLeggi meno

Milano 7 febbraio 2019 - Villa Clerici
“Gestione delle risorse umane tra norma e industry 4.0” e’ il tema dell’intervento del senior partner Francesco Amendolito al  Forum HR Lab Human Capital presso la sede di Milano della School of Management dell’Universita’ LUM Jean Monnet.

31 gennaio,2019

Il prossimo 4 febbraio presso l'Università Luiss di Roma il senior partner Domenico Costantino parteciperà come relatore all'incontro di formazione e aggiornamento riservato ai responsabili dei settori giovanili dei Club di Seria A e B #legalunity #dirittosportivo ... Leggi tuttoLeggi meno

Il prossimo 4 febbraio presso lUniversità Luiss di Roma il senior partner Domenico Costantino parteciperà come relatore allincontro di formazione e aggiornamento riservato ai responsabili dei settori giovanili dei Club di Seria A e B #legalunity #dirittosportivo

21 gennaio,2019

New York 🇺🇸 è una fonte continua di opportunità.
Legal Unity è presente grazie alla partnership con lo Studio AEM Carnelutti NYC.
Con grande esperienza nel mercato real estate e M&A.
... Leggi tuttoLeggi meno

New York  🇺🇸 è una fonte continua di opportunità.
Legal Unity è presente grazie alla partnership con lo Studio AEM Carnelutti NYC.
Con grande esperienza nel mercato real estate e M&A.

20 dicembre,2018

Cena di Natale #legalunity ... Leggi tuttoLeggi meno

Cena di Natale #legalunity

 

Comment on Facebook

Ma siete sicuri che sia Legal ? 😂😂😂

Buon Natale ragazzi!!!

15 dicembre,2018

Il Team Privacy di Legal Unity - Amendolito & Associati composto dal Prof. Avv. Francesco Amendolito, dagli Avv.ti Luigi Giuseppe Decollanz e Rossella Campanale, e dal Dr. Michele Lambo, ha concluso l’adeguamento al GDPR (Reg. UE 679/2018) della Isotta Fraschini Motori di Bari Gruppo Fincantieri SpA.
Con questa operazione il Team accresce il numero delle aziende adeguate con successo, e consolida le competenze che lo vede molto attivo anche nel settore della formazione attraverso la collaborazione con Selefor.
... Leggi tuttoLeggi meno

Il Team Privacy di Legal Unity - Amendolito & Associati composto dal Prof. Avv. Francesco Amendolito, dagli Avv.ti Luigi Giuseppe Decollanz e Rossella Campanale, e dal Dr. Michele Lambo, ha concluso l’adeguamento al GDPR (Reg. UE 679/2018) della Isotta Fraschini Motori di Bari Gruppo Fincantieri SpA.
Con questa operazione il Team accresce il numero delle aziende adeguate con successo, e consolida le competenze che lo vede molto attivo anche nel settore della formazione attraverso la collaborazione con Selefor.

 

Comment on Facebook

Congratulazioni a tutti e in particolare a Francesco Amendolito e Gigi Decollanz

05 dicembre,2018

“Il nuovo codice privacy alla luce del Dlvo 101/2018” questo è il tema dell’intervento dell’Avv. Luigi Giuseppe Decollanz in #accademiadeiservizipubblici di #Utilitalia.
Un ringraziamento al direttore Fabio Santini e al suo staff e a #Selefor partner dello studio nel processo di formazione DPO.
... Leggi tuttoLeggi meno

“Il nuovo codice privacy alla luce del Dlvo 101/2018” questo è il tema dell’intervento dell’Avv. Luigi Giuseppe Decollanz in #accademiadeiservizipubblici di #Utilitalia. 
Un ringraziamento al direttore Fabio Santini  e al suo staff e a #Selefor partner dello studio nel processo di formazione DPO.

09 novembre,2018

Lo Studio Amendolito & Associati con i Senior Partner di LEGAL UNITY Francesco Amendolito e Gigi Decollanz premiato a Palazzo Mezzanotte Milano a #LeFontiAwards come miglior studio per il 2018 nella Contrattualistica e Relazioni Industriali e Sindacali. Viene premiato il lavoro di un progetto che affonda le radici in una visione della professione moderna ed internazionale, sempre orientata a offrire uno standard di qualità di eccellenza. ... Leggi tuttoLeggi meno

Lo Studio Amendolito & Associati con i Senior Partner di LEGAL UNITY Francesco Amendolito e Gigi Decollanz premiato a Palazzo Mezzanotte  Milano a #LeFontiAwards come miglior studio per il 2018 nella Contrattualistica e Relazioni Industriali e Sindacali. Viene premiato il lavoro di un progetto che affonda le radici in una visione della professione  moderna ed internazionale, sempre orientata a offrire uno standard di qualità di eccellenza.

 

Comment on Facebook

Francesco Amendolito grandissimi

06 novembre,2018

L'Avv. Luigi Giuseppe Decollanz docente del "Data Protection Expert Selefor" interverrà a Roma nel Corso di Formazione organizzato dall'Accademia dei Servizi Pubblici su "La nuova normativa Privacy dopo il D. lgs. 10 agosto 2018, n. 101".

Info e iscrizioni su www.accademiaservizipubblici.it
www.selefor.com
... Leggi tuttoLeggi meno

LAvv. Luigi Giuseppe Decollanz docente del Data Protection Expert Selefor interverrà a Roma nel Corso di Formazione organizzato dallAccademia dei Servizi Pubblici su La nuova normativa Privacy dopo il D. lgs. 10 agosto 2018, n. 101.

Info e iscrizioni su http://www.accademiaservizipubblici.it
https://www.selefor.com

28 ottobre,2018

Il partner Domenico Costantino al Convegno su Sport Disabilità e tutele giuridicheleggi l'articolo: http://bari.news24.city/?p=15757 Si è parlato del ruolo dello sport con l’atleta paralimpica Martina Cairone ... Leggi tuttoLeggi meno

Video image

 

Comment on Facebook

28 settembre,2018

La sfida della #blockchain spiegata dal Presidente e AD di #IBM Italia Enrico Cereda sul Sole 24 del 28/9/2018.
Una sfida che dovranno affrontare (e superare) anche le professioni legali.
... Leggi tuttoLeggi meno

La sfida della #blockchain spiegata dal Presidente e AD di #IBM Italia Enrico Cereda sul Sole 24 del 28/9/2018. 
Una sfida che dovranno affrontare (e superare) anche le professioni legali.

19 settembre,2018

Fiera Big Five, Dubai, 26 - 29 novembre 2018

Il Piano Export Sud 2 è un programma speciale di attività che punta a favorire l'internazionalizazione delle PMI provenienti dalle c.d. Regioni meno sviluppate (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) e da quelle c.d. in transizione (Abruzzo, Molise e Sardegna) proponendo un ampio programma di iniziative promozionali con condizioni di partecipazione agevolate.

Scadenza adesioni 30 settembre 2018
... Leggi tuttoLeggi meno

Fiera Big Five, Dubai, 26 - 29 novembre 2018

Il Piano Export Sud 2 è un programma speciale di attività che punta a favorire linternazionalizazione delle PMI provenienti dalle c.d. Regioni meno sviluppate (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) e da quelle c.d. in transizione (Abruzzo, Molise e Sardegna) proponendo un ampio programma di iniziative promozionali con condizioni di partecipazione agevolate. 

Scadenza adesioni 30 settembre 2018

19 settembre,2018

L'Avv. Francesco Paolo Perchinunno, senior partner di LEGAL UNITY, componente della Giunta nazionale di AIGA, tra i promotori del Convegno Nazionale che si terrà a Bari dal 20 al 22 settembre, interviene sul tema della prospettiva professionale.
Info su www.aiga.it
... Leggi tuttoLeggi meno

LAvv. Francesco Paolo Perchinunno, senior partner di LEGAL UNITY, componente della Giunta nazionale di AIGA, tra i promotori del Convegno Nazionale che si terrà a Bari dal 20 al 22 settembre, interviene sul tema della prospettiva professionale. 
Info su http://www.aiga.it

03 settembre,2018

Interessante pronunzia della Corte di Cassazione (III sez. penale) n. 39230 del 29/08/2018 sulla responsabilità dell'amministratore appena nominato rispetto agli adempimenti precedentemente omessi in materia tributaria.

"Ed invero, è indubbio (come già affermato in altre circostanza da questa Corte, ad esempio in relazione al delitto di cui all'art. 10-ter, d. Igs. n. 74d del 2000: v., ad es. Sez. 3, n. 34927 del 24/06/2015 - dep. 18/08/2015, Alfieri, Rv. 264882), che il nuovo amministratore che subentra nella carica ha l'onere di verificare la contabilità, i bilanci e le ultime dichiarazioni dei redditi, perché qualora ciò non avvenga non solo sarà chiamato a rispondere del reato del mancato versamento delle imposte in precedenza non versate, ma anche del reato di omessa presentazione della dichiarazione fiscale, e, per l'assenza di tale preventivo controllo, deve ritenuto responsabile quantomeno a titolo di dolo eventuale. La responsabilità per i reati tributari è, di norma, attribuita all'amministratore pro-tempore, individuato secondo le norme civilistiche, che rappresenta e gestisce l'ente e, quindi, chi assume la carica di amministratore va ad accettare volontariamente anche le conseguenze che possono derivare da pregresse inadempienze. Nel momento in cui si assume la rappresentanza legale di una società di capitali, è indispensabile che venga posta in essere un'attività ricognitiva finalizzata a rilevare almeno le più evidenti anomalie contabili e fiscali in modo da evitare, in futuro, contestazioni sull'operato altrui, ciò in particolar modo, per facili riscontri ictuoculi/ ovvero quelli per i quali un subentrante, con un minimo di diligenza, sia in condizione di poter facilmente verificare la sussistenza di omissioni quali, ad esempio, la mancata presentazione delle dichiarazioni fiscali per gli anni di imposta precedenti o la verifica dell'esistenza di redditi o operazioni imponibili."
... Leggi tuttoLeggi meno

Interessante pronunzia della Corte di Cassazione (III sez. penale) n. 39230 del 29/08/2018 sulla responsabilità dellamministratore appena nominato rispetto agli adempimenti precedentemente omessi in materia tributaria. 

Ed invero, è indubbio (come già affermato in altre circostanza da questa Corte, ad esempio in relazione al delitto di cui allart. 10-ter, d. Igs. n. 74d del 2000: v., ad es. Sez. 3, n. 34927 del 24/06/2015 - dep. 18/08/2015, Alfieri, Rv. 264882), che il nuovo amministratore che subentra nella carica ha lonere di verificare la contabilità, i bilanci e le ultime dichiarazioni dei redditi, perché qualora ciò non avvenga non solo sarà chiamato a rispondere del reato del mancato versamento delle imposte in precedenza non versate, ma anche del reato di omessa presentazione della dichiarazione fiscale, e, per lassenza di tale preventivo controllo, deve ritenuto responsabile quantomeno a titolo di dolo eventuale. La responsabilità per i reati tributari è, di norma, attribuita allamministratore pro-tempore, individuato secondo le norme civilistiche, che rappresenta e gestisce lente e, quindi, chi assume la carica di amministratore va ad accettare volontariamente anche le conseguenze che possono derivare da pregresse inadempienze. Nel momento in cui si assume la rappresentanza legale di una società di capitali, è indispensabile che venga posta in essere unattività ricognitiva finalizzata a rilevare almeno le più evidenti anomalie contabili e fiscali in modo da evitare, in futuro, contestazioni sulloperato altrui, ciò in particolar modo, per facili riscontri ictuoculi/ ovvero quelli per i quali un subentrante, con un minimo di diligenza, sia in condizione di poter facilmente verificare la sussistenza di omissioni quali, ad esempio, la mancata presentazione delle dichiarazioni fiscali per gli anni di imposta precedenti o la verifica dellesistenza di redditi o operazioni imponibili.

03 agosto,2018

BUONE VACANZE ... Leggi tuttoLeggi meno

BUONE VACANZE

23 luglio,2018

L’Avv. Francesco Amendolito interviene oggi su Marchionne in Gazzetta del Mezzogiorno. ... Leggi tuttoLeggi meno

L’Avv. Francesco Amendolito interviene oggi su Marchionne in Gazzetta del Mezzogiorno.

13 luglio,2018

•• Legalcommunity Italian Awards •• Conferito a Francesco Amendolito di Amendolito & Associati il premio Avvocato dell’Anno Diritto Del Lavoro – Puglia. Motivazione: Professionista di grandissima esperienza, punto di riferimento in ambito giuslavoristico sul territorio nazionale. Il professionista ha recentemente avviato una partnership strategica con altri professionisti baresi. Congratulazioni! #LcItalianAwards ... Leggi tuttoLeggi meno

09 luglio,2018

Legal Unity partecipa a WeLAB, evento creato da IBM per unire #aziende, #Università, #studenti e la stessa #IBM , per creare nuove professionalità e avvicinare i percorsi formativi al mondo del #lavoro.
Grazie a #tecnologie come #AI e #Cloud.
Questo è #WeLAB.
Si comuncia da #Bari, il 12 luglio 2018 c/o Hotel delle Nazioni. Info e Iscrizioni ibm.biz/BdYcT7
#Tech4Good #NewSkills
... Leggi tuttoLeggi meno

Legal Unity partecipa a WeLAB, evento creato da IBM per unire #aziende, #Università, #studenti e la stessa #IBM , per creare nuove professionalità e avvicinare i percorsi formativi al mondo del #lavoro. 
Grazie a #tecnologie come #AI e #Cloud. 
Questo è #WeLAB. 
Si comuncia da #Bari, il 12 luglio 2018 c/o Hotel delle Nazioni. Info e Iscrizioni  http://ibm.biz/BdYcT7  
#Tech4Good #NewSkills

05 luglio,2018

Il prof. avv. Domenico Costantino, senior partner di Legal Unity, è intervenuto al convegno "Diritto sportivo, famiglia e tutela del minore" tenutosi ieri, 04 luglio 2018, presso l’Univeristà degli Studi di Bari, nel quale si è discusso dell'importanza della cultura sportiva per la crescita del minore. ... Leggi tuttoLeggi meno

Il prof. avv. Domenico Costantino, senior partner di Legal Unity, è intervenuto al convegno Diritto sportivo, famiglia e tutela del minore tenutosi ieri, 04 luglio 2018, presso l’Univeristà degli Studi di Bari, nel quale si è discusso dellimportanza della cultura sportiva per la crescita del minore.

02 luglio,2018

Il 04 luglio 2018, ore 09,00, si terrà il convegno "Diritto sportivo, famiglia e tutela del minore", presso l’Univeristà degli Studi di Bari, Dipartimento di Giurisprudenza, aula prof. G. Contento.
Interverrà il prof. avv. Domenico Costantino, senior partner di Legal Unity.
... Leggi tuttoLeggi meno

Il 04 luglio 2018, ore 09,00, si terrà il convegno Diritto sportivo, famiglia e tutela del minore, presso l’Univeristà degli Studi di Bari, Dipartimento di Giurisprudenza, aula prof. G. Contento. 
Interverrà il prof. avv. Domenico Costantino, senior partner di Legal Unity.

 

Comment on Facebook

Nicolò Marino

20 giugno,2018

Legal Unity apre un dipartimento per aiutare le PMI a cogliere le grandi opportunità della quotazione, anche adoperando gli incentivi fiscali previsti dalla Legge di Bilancio 2018 ... Leggi tuttoLeggi meno

Legal Unity apre un dipartimento per aiutare le PMI a cogliere le grandi opportunità della quotazione, anche adoperando gli incentivi fiscali previsti dalla Legge di Bilancio 2018

07 giugno,2018

Gli Avv.ti Francesco Amendolito e Luigi Decollanz hanno preso parte al #ThinkIBM con il Responsabile della comunicazione IBM Maurizio Decollanz e il CEO di IBM Italia Enrico Cereda. La tecnologia sarà sempre più presente negli studi legali del futuro. ... Leggi tuttoLeggi meno

Gli Avv.ti Francesco Amendolito e Luigi Decollanz hanno preso parte al #ThinkIBM con il Responsabile della comunicazione IBM Maurizio Decollanz e il CEO di IBM Italia Enrico Cereda. La tecnologia sarà sempre più presente negli studi legali del futuro.

01 giugno,2018

Il senior partner di LEGAL UNITY Domenico Costantino interverrà all'aperitivo giuridico su Figli mezzo di contrasto, giovedì 07 giugno 2018, ore 18,00, Circolo Canottieri Barion. ... Leggi tuttoLeggi meno

Il senior partner di LEGAL UNITY  Domenico Costantino interverrà allaperitivo giuridico su Figli mezzo di contrasto, giovedì 07 giugno 2018, ore 18,00, Circolo Canottieri Barion.

22 maggio,2018

Legal Unity è presente al Tender Lab organizzato dalla Farnesina e SACE su Expo Dubai 2020 con il suo senior partner Avv. Luigi Decollanz.
Una grande opportunità per le imprese italiane di confronto su un mercato di grande capacità e sviluppo.
... Leggi tuttoLeggi meno

Legal Unity è presente al Tender Lab organizzato dalla Farnesina e SACE su Expo Dubai 2020 con il suo senior partner Avv. Luigi Decollanz.
Una grande opportunità per le imprese italiane di confronto su un mercato di grande capacità e sviluppo.

09 maggio,2018

Grande partecipazione per l’appuntamento Aidp Puglia, dove si è parlato di Privacy e di cosa cambia per le imprese alla luce del nuovo Regolamento Europeo, grazie ai relatori di altissimo profilo che hanno condiviso le loro esperienze sul campo”.
Prof. Avv. Francesco Amendolito - Presidente Aidp Puglia (Senior Partner Legal Unity)
Avv Annamaria Grasso (Senior Partner A&A)
Dott.ssa Sandra Maragno - Amministratore Unico Selfor
-Dott. Renato Votta - Consigliere Aidp Campania
-Avv. Cristina Vicarelli - Esperta Privacy
#GDPR #Privacy #AIDPPuglia #DPO #AIDP
... Leggi tuttoLeggi meno

Grande partecipazione per l’appuntamento Aidp Puglia, dove si è parlato di Privacy e di cosa cambia per le imprese alla luce del nuovo Regolamento Europeo, grazie ai relatori di altissimo profilo che hanno condiviso le loro esperienze sul campo”. 
Prof. Avv. Francesco Amendolito - Presidente Aidp Puglia (Senior Partner Legal Unity)
Avv Annamaria Grasso (Senior Partner A&A) 
Dott.ssa Sandra Maragno - Amministratore Unico Selfor 
-Dott. Renato Votta - Consigliere Aidp Campania 
-Avv. Cristina Vicarelli - Esperta Privacy
#GDPR #Privacy #AIDPPuglia #DPO #AIDP

08 maggio,2018

SOCIETA' TRA AVVOCATI: chiarimenti Agenzia delle Entrate sulla natura del reddito prodotto - Risoluzione Agenzia delle Entrate 7 maggio 2018 n. 35/E

Con Risoluzione del 7 maggio 2018 n. 35/E di risposta ad interpello, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sulla natura del reddito prodotto dalle società tra avvocati costituite ai sensi della legge 31 dicembre 2012 n. 247.

In particolare, l’Agenzia ha affermato come, in assenza di una esplicita norma, l’esercizio della professione forense svolta in forma societaria costituisce attività d’impresa, in quanto, risulta determinante il fatto di operare in una veste giuridica societaria piuttosto che lo svolgimento di un’attività professionale.

Pertanto, anche sul piano fiscale, alle società tra avvocati costituite sotto forma di società di persone, di capitali o cooperative, si applicano le previsioni di cui agli articoli 6, ultimo comma, e 81 del TUIR, per effetto delle quali il reddito complessivo delle società in nome collettivo e in accomandita semplice, delle società e degli enti commerciali di cui alle lettere a) e b) del comma 1 dell’art. 73, comma 1, lettere a) e b), da qualsiasi fonte provenga è considerato reddito d’impresa e quindi deve essere assoggettato ad IRES il reddito prodotto e ad IRAP il valore della produzione.
... Leggi tuttoLeggi meno

SOCIETA TRA AVVOCATI: chiarimenti Agenzia delle Entrate sulla natura del reddito prodotto - Risoluzione Agenzia delle Entrate 7 maggio 2018 n. 35/E

Con Risoluzione del 7 maggio 2018 n. 35/E di risposta ad interpello, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sulla natura del reddito prodotto dalle società tra avvocati costituite ai sensi della legge 31 dicembre 2012 n. 247.

In particolare, l’Agenzia ha affermato come, in assenza di una esplicita norma, l’esercizio della professione forense svolta in forma societaria costituisce attività d’impresa, in quanto, risulta determinante il fatto di operare in una veste giuridica societaria piuttosto che lo svolgimento di un’attività professionale.

Pertanto, anche sul piano fiscale, alle società tra avvocati costituite sotto forma di società di persone, di capitali o cooperative, si applicano le previsioni di cui agli articoli 6, ultimo comma, e 81 del TUIR, per effetto delle quali il reddito complessivo delle società in nome collettivo e in accomandita semplice, delle società e degli enti commerciali di cui alle lettere a) e b) del comma 1 dell’art. 73, comma 1, lettere a) e b), da qualsiasi fonte provenga è considerato reddito d’impresa e quindi deve essere assoggettato ad IRES il reddito prodotto e ad IRAP il valore della produzione.

08 maggio,2018

La partecipazione dei lavoratori alla gestione dell'impresa - Un progetto possibile. Ne parla l'11 Maggio prossimo a Bari presso la splendida sede dell'Acquedotto Pugliese il Senior Partner di LEGAL UNITY Prof. Francesco Amendolito nella qualità di Presidente di AIDP Puglia. Parteciperanno Simeone Di Cagno Abbrescia, Presidente di AQP, Francesco Amendolito, Presidente AIDP PUGLIA, Pier Scrim, Direttore HR di AQP, Marco Carcano, Senior Partner ISMO, Roberto Ferrari, Senior Partner ISMO, Vito Carnimeo, Presidente Federmanager Bari, Michele Abaticchio, Vice Sindaco Area Metropolitana di Bari, Pino Gesmundo, Segretario Generale CGIL PUGLIA, Valentino Losito, Consigliere Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, Francesco Basile, Sezione Meccanica Confindustria Bari-Bat, Bruno Vitali, Consigliere CISL FONDIMPRESA, Vito Volpe, Presidente ISMO. ... Leggi tuttoLeggi meno

La partecipazione dei lavoratori alla gestione dellimpresa - Un progetto possibile. Ne parla  l11 Maggio prossimo a Bari presso la splendida sede dellAcquedotto Pugliese il Senior Partner di LEGAL UNITY Prof. Francesco Amendolito nella qualità di Presidente di AIDP Puglia. Parteciperanno Simeone Di Cagno Abbrescia, Presidente di AQP, Francesco Amendolito, Presidente AIDP PUGLIA, Pier Scrim, Direttore HR di AQP, Marco Carcano, Senior Partner ISMO, Roberto Ferrari, Senior Partner ISMO, Vito Carnimeo, Presidente Federmanager Bari, Michele Abaticchio, Vice Sindaco Area Metropolitana di Bari, Pino Gesmundo, Segretario Generale CGIL PUGLIA, Valentino Losito, Consigliere Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, Francesco Basile, Sezione Meccanica Confindustria Bari-Bat, Bruno Vitali, Consigliere CISL FONDIMPRESA, Vito Volpe, Presidente ISMO.

04 maggio,2018

L'Avv. Daniela Di Francia link di Dubai di Legal Unity partecipa al road-show su Expo Dubai 2020 organizzato da ICE e Ministero degli Esteri. Tappa a Bari il 22 maggio 2018, iscrizioni entro il 15 maggio. ... Leggi tuttoLeggi meno

LAvv. Daniela Di Francia link di Dubai di Legal Unity partecipa al road-show su Expo Dubai 2020 organizzato da ICE e Ministero degli Esteri. Tappa a Bari il 22 maggio 2018, iscrizioni entro il 15 maggio.

03 maggio,2018

Made in Italy. Tutela del marchio e lotta alla contraffazione.
Bari Stabilimento Birra PeroniMade in Italy. Tutela del marchio e lotta alla contraffazione. Bari Stabilimento Birra Peroni
... Leggi tuttoLeggi meno

Made in Italy. Tutela del marchio e lotta alla contraffazione. 
Bari Stabilimento Birra Peroni

03 maggio,2018

Il senior partener di LEGAL UNITY Prof. Avv. Domenico Costantino interviene sul tema “Made in Italy - tutela del marchio e lotta alla contraffazione“ presso lo stabilimento Birra Peroni di Bari il 3/5/2018 ore 15 ... Leggi tuttoLeggi meno

Il senior partener di LEGAL UNITY Prof. Avv. Domenico Costantino interviene sul tema “Made in Italy - tutela del marchio e lotta alla contraffazione“ presso lo stabilimento Birra Peroni di Bari il 3/5/2018 ore 15

26 aprile,2018

Il Senior Partner di Legal Unity Prof. Avv. Francesco Amendolito interviene come Presidente dell'AIDP Puglia - Associazione Italiana Direttori del Personale - al convegno dal titolo "La nuova disciplina sulla privacy, cosa cambia per le imprese". Venerdì 4 maggio 2018 ore 16,30 c/o Villa Romanazzi Carducci ... Leggi tuttoLeggi meno

Il Senior Partner di Legal Unity Prof. Avv. Francesco Amendolito interviene come Presidente dellAIDP Puglia - Associazione Italiana Direttori del Personale - al convegno dal titolo La nuova  disciplina sulla privacy, cosa cambia per le imprese. Venerdì 4 maggio 2018 ore 16,30 c/o Villa Romanazzi Carducci

26 aprile,2018

Le Sezioni Unite con la pronuncia n. 9912 del 20/4/2018 (Ryanair c/ ADP Puglia + altri) intervengono (ancora una volta) sull'istituto giuridico del "Diritto di accesso" con una sentenza che ne ripercorre l'evoluzione e l'efficacia ai fini della trasparenza amministrativa.

www.italgiure.giustizia.it/xway/application/nif/clean/hc.dll?verbo=attach&db=snciv&id=./20180420/...
... Leggi tuttoLeggi meno

Le Sezioni Unite con la pronuncia n. 9912 del 20/4/2018 (Ryanair c/ ADP Puglia + altri) intervengono (ancora una volta) sullistituto giuridico del Diritto di accesso con una sentenza che ne ripercorre levoluzione e lefficacia ai fini della trasparenza amministrativa.

http://www.italgiure.giustizia.it/xway/application/nif/clean/hc.dll?verbo=attach&db=snciv&id=./20180420/snciv@sU0@a2018@n09912@tS.clean.pdf

22 aprile,2018

Libertà di espressione su Internet:
fake news, hate speech e responsabilità della piattaforma elettronica.
Ne discuteremo il 27 aprile 2018, ore 15.30,Sala della Biblioteca, Tribunale di Bari.
... Leggi tuttoLeggi meno

Libertà di espressione su Internet:
fake news, hate speech e responsabilità della piattaforma elettronica. 
Ne discuteremo il 27 aprile 2018, ore 15.30,Sala della Biblioteca, Tribunale di Bari.

06 aprile,2018

Oltre 800 partecipanti iscritti tra professionisti e imprese nel convegno organizzato da OCDEC Bari “La rete delle competenze per lo sviluppo del Paese”.
LEGAL UNITY ha partecipato con il suo senior partner Avv. Luigi Decollanz alla tavola rotonda sulla internazionalizzazione dal titolo “Doing Business in USA e Israel”.
... Leggi tuttoLeggi meno

Oltre 800 partecipanti iscritti tra professionisti e imprese nel convegno organizzato da OCDEC Bari “La rete delle competenze per lo sviluppo del Paese”. 
LEGAL UNITY ha partecipato con il suo senior partner Avv. Luigi Decollanz alla tavola rotonda sulla internazionalizzazione dal titolo “Doing Business in USA e Israel”.

26 marzo,2018

Il Senior Partner di LEGAL UNITY Avv. Luigi Giuseppe Decollanz parteciperà come relatore nella sezione "Internazionalizzazione" all'evento organizzato dall'Ordine dei Commercialisti ed Esperti Contabili di BARI, TARANTO,TRANI,POTENZA E MATERA dal titolo "La Rete delle Competenze per lo Sviluppo del Paese”, in programma al nuovo centro congressi della Fiera del Levante di Bari il 6 e 7 Aprile p.v.
In particolare l'Avv. Decollanz interverrà nella sessione dei lavori dedicata alla Internazionalizzazione nella mattina del 6 aprile sul tema "Doing Business with USA and Israel"

Il Convegno si svilupperà in due giornate attraverso 5 tavole rotonde tematiche e verrà offerto a titolo TOTALMENTE GRATUITO a tutti gli iscritti agli Ordini professionali.

L'iscrizione è obbligatoria al seguente link:
commasrl.bookingeventi.com/events/eventdetail/217

Ulteriori info su www.legalunity.it
... Leggi tuttoLeggi meno

Il Senior Partner di LEGAL UNITY Avv. Luigi Giuseppe Decollanz  parteciperà come relatore nella sezione Internazionalizzazione allevento organizzato dallOrdine dei Commercialisti ed Esperti Contabili di BARI, TARANTO,TRANI,POTENZA E MATERA dal titolo La Rete delle Competenze per lo Sviluppo del Paese”, in programma al nuovo centro congressi della Fiera del Levante di Bari il 6 e 7 Aprile p.v.
In particolare lAvv. Decollanz interverrà nella sessione dei lavori dedicata alla Internazionalizzazione nella mattina del 6 aprile sul tema Doing Business with USA and Israel 

Il Convegno si svilupperà in due giornate attraverso 5 tavole rotonde tematiche e verrà offerto a titolo TOTALMENTE GRATUITO a tutti gli iscritti agli Ordini professionali.

Liscrizione è obbligatoria al seguente link:
http://commasrl.bookingeventi.com/events/eventdetail/217

Ulteriori info su www.legalunity.it

23 marzo,2018

... Leggi tuttoLeggi meno

23 marzo,2018

... Leggi tuttoLeggi meno

13 marzo,2018

Con Nota Direttoriale n. 2491, pubblicata sul proprio sito, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha fornito alcune risposte a quesiti, formulati da enti associativi, imprese e professionisti, riguardanti l’interpretazione ministeriale in materia di cooperative sociali.

Con l’entrata in vigore della nuova disciplina sul Terzo Settore, infatti, le cooperative sociali hanno acquisito di diritto la qualifica di impresa sociale, ai sensi dell’art. 1, comma 4, D.Lgs. n. 112/2017; tuttavia, il Codice del Terzo Settore prevede che la disciplina generale dettata per gli enti del Terzo Settore incontra un limite nella specifica normativa delle cooperative, e si applica solo in quanto compatibile con essa. Da qui alcune problematiche, cui il Ministero fornisce apposite risposte.

L’obbligo di redazione del bilancio sociale. La prima questione attiene alla redazione, deposito e pubblicazione del bilancio sociale. L’art. 40, comma 1, CTS rinvia al D.Lgs. n. 112/2017 per l’individuazione della disciplina applicabile alle imprese sociali, mentre al successivo comma 2 chiarisce che le cooperative sociali sono regolate dalla L. n. 381/1991. In linea generale, pertanto, le norme codicistiche si applicano solo ove non derogate e in quanto compatibili.

Il Ministero ritiene applicabile a tutte le cooperative sociali l’obbligo di redazione del bilancio sociale, che l’art. 9, comma 2, D.Lgs. n. 112/2017 impone alle imprese sociali, ma solo dopo che siano state emanate le relative linee guida, da definirsi con decreto ministeriale sentito il Consiglio Nazionale del Terzo Settore: pertanto, attualmente l’adozione del bilancio sociale da parte delle cooperative sociali deve ritenersi facoltativo (ma si veda, sul punto, la news “Si insedia il Consiglio Nazionale del Terzo Settore”, in questo portale).

L’oggetto sociale: le attività di interesse generale. Il secondo quesito richiede chiarimenti sul rapporto tra l’art. 2 D.Lgs. n. 112/2017, che individua le attività di interesse generale in cui operano le imprese sociali e la disciplina particolare in materia di cooperative sociali e la perimetrazione delle attività di interesse generale che le cooperative sociali sono legittimate a svolgere. In particolare, viene domandato se le coop sociali possano continuare a svolgere attività di accoglienza e integrazione sociale dei migranti.

La risposta è affermativa, in virtù del richiamo operato dall'art. 2, comma 1, lett. a) d.lgs.n.112/2017 alla L. n.328/2000, la quale riprende, all’art. 1, comma 2, la definizione di servizi sociali espressa nell'art. 128 d.lgs n.112/1998, ricomprendendovi, pertanto, "tutte le attività relative alla predisposizione ed erogazione di servizi, gratuiti ed a pagamento, o di prestazioni economiche destinate a rimuovere e superare le situazioni di bisogno e di difficoltà che la persona umana incontra nel corso della sua vita”.

Nomina dei sindaci. Infine, il Ministero precisa che alle coop sociali non è applicabile l’obbligo di nominare uno o più sindaci, all’atto di costituzione dell’ente, ex art. 10, comma 1, D.lgs. n. 112/2017: la materia è, infatti, disciplinata in via specifica, per quanto riguarda le cooperative, negli artt. 2543 e 2477 c.c., con prevalenza rispetto alla disciplina generale dettata dal CTS.
... Leggi tuttoLeggi meno

10 febbraio,2018

Grande successo di pubblico per la presentazione del libro di Nicola Di Molfetta “Avvocati d’Affari”, a Bari presso la libreria Laterza. ... Leggi tuttoLeggi meno

Grande successo di pubblico per la presentazione del libro di Nicola Di Molfetta “Avvocati d’Affari”, a Bari presso la libreria Laterza.

04 gennaio,2018

Legge di Bilancio Italia 2018
Professionisti, crediti sempre privilegiati

Dal 1° gennaio 2018 nel fallimento i crediti Iva dei professionisti e i loro contributi previdenziali sono sempre privilegiati.
Il comma 474 dell’art. 1 della legge di bilancio 2018 (legge 27 dicembre 2017, n. 205), ha infatti modificato l'articolo 2751-bis, numero 2), del codice civile, il quale, appunto, prevede ora che: “Hanno privilegio generale sui mobili i crediti riguardanti: (…) 2) le retribuzioni dei professionisti e di ogni altro prestatore d'opera dovute per gli ultimi due anni di prestazione, compresi il contributo integrativo da versare alla rispettiva cassa di previdenza ed assistenza e il credito di rivalsa per l'imposta sul valore aggiunto".
... Leggi tuttoLeggi meno

Legge di Bilancio Italia 2018
Professionisti, crediti sempre privilegiati

Dal 1° gennaio 2018 nel fallimento i crediti Iva dei professionisti e i loro contributi previdenziali sono sempre privilegiati. 
Il comma 474 dell’art. 1 della legge di bilancio 2018 (legge 27 dicembre 2017, n. 205), ha infatti modificato larticolo 2751-bis, numero 2), del codice civile, il quale, appunto, prevede ora che: “Hanno privilegio generale sui mobili i crediti riguardanti: (…) 2) le retribuzioni dei professionisti e di ogni altro prestatore dopera dovute per gli ultimi due anni di prestazione, compresi il contributo integrativo da versare alla rispettiva cassa di previdenza ed assistenza e il credito di rivalsa per limposta sul valore aggiunto.

03 dicembre,2017

Grande partecipazione al VI Convegno Nazionale "Sicurezza Legalità Sviluppo" svoltosi a Bari nelle giornate del 30 novembre e 1° dicembre 2017, dove Legal Unity ha dato il proprio contributo sul tema della Internazionalizzazione. ... Leggi tuttoLeggi meno

Grande partecipazione al VI Convegno Nazionale Sicurezza Legalità Sviluppo svoltosi a Bari nelle giornate del 30 novembre e 1° dicembre 2017, dove Legal Unity ha dato il proprio contributo sul tema della Internazionalizzazione.

20 novembre,2017

L'Avv. Luigi Giuseppe Decollanz Senior Partner di LEGAL UNITY interverrà al VI Convegno Nazionale su "Sicurezza Legalità e Sviluppo" che riterrà a Bari presso Aula Magna "Aldo Cossu" dell'Università (Palazzo Ateneo) nei giorni 30 novembre e 1° dicembre 2017, per parlare nella sessione del 1/12/2017 sul Tema dello Sviluppo di "Internazionalizzazione dell'impresa: dalla scelta del mercato al follow-up".

Sono previsti 9 crediti formativi per gli Avvocati e 12 per i Giornalisti.

Info e programma su www.apuliaonlus.it/wordpress/?p=820
... Leggi tuttoLeggi meno

LAvv. Luigi Giuseppe Decollanz Senior Partner di LEGAL UNITY interverrà al VI Convegno Nazionale su Sicurezza Legalità e Sviluppo che riterrà a Bari presso Aula Magna Aldo Cossu dellUniversità (Palazzo Ateneo) nei giorni 30  novembre e 1° dicembre 2017,  per parlare nella sessione del 1/12/2017 sul Tema dello Sviluppo di Internazionalizzazione dellimpresa: dalla scelta del mercato al follow-up. 

Sono previsti 9 crediti formativi per gli Avvocati e 12 per i Giornalisti.

Info e programma su http://www.apuliaonlus.it/wordpress/?p=820

06 novembre,2017

Su MAG di Novembre 2017
"A BARI NASCE LEGAL UNITY"
www.legalunity.it
... Leggi tuttoLeggi meno

Su MAG di Novembre 2017
A BARI NASCE LEGAL UNITY 
www.legalunity.it

26 ottobre,2017

Il Senior Partner di Legal Unity Avv. Luigi Decollanz ha partecipato al meeting della comunità imprenditoriale italo-americana del North Carolina a Charlotte e incontrato l'Ambasciatore Italiano a Washington Armando Varricchio. Si espande e si rafforza la presenza di Legal Unity nella costa est degli USA. ... Leggi tuttoLeggi meno

Il Senior Partner di Legal Unity Avv. Luigi Decollanz ha partecipato al meeting della comunità imprenditoriale italo-americana del North Carolina a Charlotte e incontrato lAmbasciatore Italiano a Washington Armando Varricchio. Si espande e si rafforza  la presenza di Legal Unity nella costa est degli USA.

25 ottobre,2017

LEGAL UNITY will partecipate today October 25th at "2nd Round Table on Italian Technology and Italian FDI" in collaboration with the Honorary Consulate of North Carolina in Charlotte (Prof. Claudio Carpano). It consolidates, so the presence of Legal Unity on the east coast of the USA and the Italian companies it represents in the country. ... Leggi tuttoLeggi meno

LEGAL UNITY will partecipate today  October 25th at 2nd Round Table on Italian Technology and Italian FDI in collaboration with the Honorary Consulate of North Carolina in Charlotte (Prof. Claudio Carpano). It consolidates, so the presence of Legal Unity on the east coast of the USA and the Italian companies it represents in the country.

23 ottobre,2017

Una buona governance aiuta le imprese familiari a diventare leader internazionali
Guido Corbetta
(Cattedra AIdAF-EY di Strategia delle aziende familiari, Università Bocconi)

Nelle imprese a controllo familiare, un sistema di governance ben funzionante deve favorire il raggiungimento in via dinamica di due obiettivi: i. la capacità della famiglia proprietaria di esprimere una visione chiara del futuro dell’azienda/gruppo controllato; ii. la possibilità del management (familiare o non familiare) di realizzare tale visione utilizzando le migliori risorse disponibili sul mercato. Il tutto rispettando i principi di accountability e check-and-balance, principi chiave di qualsiasi sistema di governance. Nelle imprese familiari il rispetto di questi principi richiede anzitutto una convinta adesione ai valori di una gestione trasparente e responsabile verso tutti gli interlocutori; in secondo luogo, un’autodisciplina dei membri della famiglia - che sono nel contempo dirigenti, amministratori e soci - nell’interpretare i diversi ruoli loro richiesti a seconda del tavolo decisionale a cui siedono, alla pari con le altre persone con cui interagiscono al tavolo medesimo; in terzo luogo, una grande cura nella composizione e nel funzionamento del Consiglio di Amministrazione (CdA), valorizzando il contributo di consiglieri non familiari indipendenti.

L’utilità di organizzare una buona governance può trovare giustificazione in molte ricerche, ma in questa sede è utile fare leva sui risultati dell’Osservatorio AUB che monitora le performance e la struttura di tutte le imprese familiari italiane non piccole.[1] In primo luogo, le imprese familiari con almeno un consigliere non familiare crescono di più e hanno una redditività maggiore delle imprese con un CdA composto di soli familiari. In secondo luogo, la presenza di un CdA aperto a componenti non familiari aumenta significativamente la probabilità che le imprese realizzino una acquisizione o un investimento diretto all’estero. Quest’ultimo elemento risulta di grande importanza se si considera che il sistema delle imprese familiari italiane, nei prossimi anni, si troverà a dover realizzare sempre più operazioni di crescita esterna e internazionale, ove gli imprenditori decidano di partecipare con un ruolo di rilievo alla competizione internazionale.

Sulla base delle evidenze citate, Università Bocconi[2] e Associazione Italiana delle Aziende Familiari (AIdAF) hanno deciso di promuovere la proposta di un documento che contiene i principi e le regole per una autodisciplina della governance delle imprese familiari non quotate di medie e grandi dimensioni.[3]

Il documento - d’ora in poi, per semplicità, il “Codice” - non vuole, ovviamente, tramutarsi in un inutile fardello per le imprese che lo adotteranno, bensì vuole rappresentare un “vincolo virtuoso”, punto di partenza per la definizione di criteri chiari e trasparenti di gestione aziendale che favoriscano la migliore competitività internazionale delle imprese familiari italiane.

Il Codice si propone di facilitare il raggiungimento di alcuni obiettivi: i. aiutare le famiglie imprenditoriali a far crescere le imprese controllate riducendo nel contempo il livello di rischio: ii. aiutare le famiglie imprenditoriali a tracciare con maggiore chiarezza una distinzione tra proprietà personale della famiglia e patrimonio dell’impresa controllata; iii. fungere da certificazione della qualità della governance aziendale per quelle imprese che devono accreditarsi nei confronti di banche, clienti, fornitori e più in generale mercati internazionali; iv. attrarre, indirizzare e controllare al meglio i manager non familiari necessari per aumentare la competitività internazionale delle imprese familiari; v. fungere da utile bussola nella gestione dei processi di passaggio generazionale; vi. per le imprese interessate prima o poi alla apertura ai mercati azionari o obbligazionari, acclimatarsi ai processi di governance previsti in tali contesti.

Per raggiungere tali obiettivi, il Codice propone alcuni principi e regole a valere per le imprese familiari non quotate di ogni dimensione già adottati dalle imprese quotate e dalle imprese familiari più competitive. Tali principi e regole riguardano il funzionamento dell’Assemblea dei soci, la dimensione e la composizione del CdA, il funzionamento del CdA, il ruolo del Presidente, il contributo degli amministratori indipendenti, le regole per operazioni con parti correlate, i piani di successione per le posizioni di vertice, il ruolo dei Sindaci e delle società di revisione.

Per le imprese familiari più grandi non quotate il Codice propone anche principi e regole relativi alla separazione dei ruoli di Presidente e Amministratore Delegato (Ceo duality), all’opportunità di articolare le remunerazioni dell’Amministratore Delegato e dei top manager in una parte fissa e in una parte variabile, all’adozione di alcune best practices quali sessioni di formazione per i consiglieri (induction sessions) e incontri dedicati alla strategia (outdoor strategici); all’eventuale organizzazione di Comitati nell’ambito del CdA; alla considerazione di candidature sia familiari che non familiari per le posizioni di Amministratore Delegato e top manager.

In definitiva, il Codice (che nasce sulla falsariga di esperienze già in atto in altri Paesi europei) propone, sulla base di evidenze scientifiche ormai chiare, di superare i modelli di governance dell’uomo/donna solo/a al comando o della famiglia che interpreta tutti i ruoli a prescindere dalle capacità, che hanno reso oltremodo difficile la creazione di imprese familiari italiane in grado di diventare almeno co-leader internazionali nei loro settori di riferimento.

[1] L’Osservatorio AUB, nato nel 2009, monitora le performance e le strutture di governance di tutte le imprese familiari italiane con ricavi superiori a 20 milioni di Euro ed è sostenuto da AIdAF, Unicredit, Borsa Italiana e Fondazione Angelini.

[2] Per l’Università Bocconi hanno partecipato al gruppo di lavoro Piergaetano Marchetti, Guido Corbetta, Alessandro Minichilli e Maria Lucia Passador.

[3] La proposta di “Codice di autodisciplina per le società a controllo familiare non quotate” è disponibile sui siti della Cattedra AIdAF-EY di Strategia delle aziende familiari dell’Università Bocconi e sul sito di AIdAF.

Per approfondimento:
www.dirittobancario.it/sites/default/files/allegati/corbetta_g._una_buona_governance_aiuta_le_imp...
... Leggi tuttoLeggi meno

09 ottobre,2017

Natura della responsabilità del collegio sindacale ex art. 2407 cod. civ.
(Cassazione Civile, Sez. I, 3 luglio 2017, n. 16314 – Pres. Dogliotti, Rel. Fichera)

In tema di responsabilità degli organi sociali delle società di capitali, la sentenza annotata conferma il principio per cui, rispetto al proprio dovere di vigilanza secondo canoni di professionalità e diligenza di cui all’art. 2407, co. 2 cod. civ., l’accertamento della responsabilità del collegio sindacale non richiede l’individuazione di specifici comportamenti che si pongano espressamente in contrasto con il suddetto dovere, essendo sufficiente che il collegio sindacale non abbia “rilevato una macroscopica violazione o comunque non abbia in alcun modo reagito di fronte ad atti di dubbia legittimità e regolarità, così da non assolvere l’incarico con diligenza, correttezza e buona fede, eventualmente anche segnalando all’assemblea le irregolarità di gestione riscontrate o denunziando i fatti al Pubblico Ministero per consentirgli di provvedere ai sensi dell’art. 2409 c.c.”. In particolare, integra tale fattispecie di responsabilità sociale l’omessa segnalazione da parte del collegio sindacale, tanto all’assemblea quanto al tribunale, di rimborsi effettuati da parte dell’amministratore della società a taluni soci, a fronte di pregressi finanziamenti erogati dagli stessi alla società, quando la società si trovi in uno stato patrimoniale prossimo all’insolvenza.

La sentenza in commento statuisce, inoltre, due ulteriori principi tra loro interconnessi. In primo luogo, la prescrizione dell’azione di responsabilità dei creditori sociali nei confronti degli amministratori e sindaci della società, ex art. 2394 cod. civ., decorre dal momento dell’oggettiva percepibilità, da parte dei creditori, dell’insufficienza dell’attivo a soddisfare i debiti sociali, e non anche dall’effettiva conoscenza di tale situazione. Da ciò ne discende che sussiste, in via generale, una presunzione iuris tantum di coincidenza tra il dies a quo di decorrenza della prescrizione e la dichiarazione di fallimento, ricadendo eventualmente sull’amministratore o sul sindaco la prova contraria della diversa data anteriore di insorgenza dello stato di incapienza patrimoniale.
... Leggi tuttoLeggi meno

03 ottobre,2017

Country-by-Country Reports: siglato l’Accordo tra Italia e Stati Uniti

Con comunicato odierno, di seguito espressamente riportato, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha reso noto che il 27 settembre 2017 è divenuto operativo uno specifico Accordo qualificante tra Autorità Competenti di Italia e Stati Uniti che prevede lo scambio automatico delle rendicontazioni Paese per Paese (Country-by-Country Reports, CBCR).

Questo Accordo amministrativo tra Italia e Stati Uniti consentirà di scambiare i dati contenuti nelle rendicontazioni entro quindici mesi dall’ultimo giorno del periodo d’imposta del gruppo multinazionale cui si riferisce la rendicontazione.

La prima rendicontazione Paese per Paese, relativa al periodo di imposta che ha inizio il 1° gennaio 2016 o in data successiva, sarà trasmessa, da un’Autorità Competente all’altra, entro diciotto mesi dall’ultimo giorno di tale periodo.

Con Revenue Procedure 2017-23, l’Internal Revenue Service degli Stati Uniti ha chiarito che le regulations statunitensi sul Country-by-Country si applicano al periodo fiscale delle Controllanti capogruppo residenti negli Stati Uniti che inizia il 30 giugno 2016 o in data successiva (“The CbC reporting regulations apply to reporting periods of ultimate parent entities of U.S. MNE groups that begin on or after the first day of the first taxable year of the ultimate parent entity that begins on or after June 30, 2016”).

Sempre con riferimento al 2016, la normativa statunitense non prevede invece l’obbligo del CBCR per le Controllanti capogruppo residenti negli Stati Uniti con un periodo fiscale che inizia in un giorno compreso tra il 1 gennaio e il 29 giugno 2016. Tuttavia, pur in assenza di obbligo, gli USA accettano il “voluntary filing” del CBCR da parte della Controllante capogruppo residente negli USA. Il CBCR sarà poi inviato alle giurisdizioni, delle entità appartenenti al gruppo multinazionale, con le quali è stato stipulato un Accordo qualificante per lo scambio dei CBCRs.

L’avvenuta firma di questo Accordo amministrativo tra Italia e Stati Uniti permette quindi il verificarsi della condizione indicata dal decreto 23 febbraio 2017 del Ministro dell’Economia e delle Finanze, articolo 2, comma 7, lettera c), la quale, unitamente al verificarsi delle altre condizioni indicate nel medesimo comma 7, costituisce – in caso di presentazione volontaria della rendicontazione da parte della Controllante capogruppo statunitense di un gruppo multinazionale con una o più entità appartenenti al gruppo residenti in Italia – motivo di esonero dall’obbligo previsto dal comma 2 dell’articolo 2 del citato decreto 23 febbraio 2017 (“local filing”).

La base giuridica dell’Accordo è da rinvenire nella Convenzione tra il Governo degli Stati Uniti d’America ed il Governo della Repubblica Italiana per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito e per prevenire le frodi o le evasioni fiscali, firmata a Washington il 25 agosto 1999, il cui Articolo 26 consente lo scambio di informazioni tra Autorità Competenti degli Stati contraenti, incluso lo scambio automatico.
... Leggi tuttoLeggi meno

02 ottobre,2017

Consob analizza la scelta di non quotarsi da parte delle PMI italiane

Pubblicato il nuovo Discussion Paper Consob dal titolo “Implicazioni e possibili motivazioni della scelta di non quotarsi da parte delle medie imprese italiane”.

Il lavoro mette a confronto, su un periodo di dieci anni (2002-2011), i bilanci di un campione rappresentativo di medie imprese italiane quotate in borsa con un campione di imprese non quotate simili per settore industriale e per dimensione.

I Discussion papers della Consob ospitano analisi di carattere generale sulle dinamiche del sistema finanziario rilevanti per l’attività istituzionale.

www.dirittobancario.it/sites/default/files/allegati/discussion_paper_consob_-_implicazioni_e_poss...
... Leggi tuttoLeggi meno

26 settembre,2017

Definizione agevolata delle controversie tributarie: nuovi chiarimenti dall’Agenzia delle Entrate

Con Circolare n. 23 del 25 settembre 2017 l’Agenzia delle Entrate ha fornito ulteriori chiarimenti rispetto al regime di definizione agevolata delle controversie tributarie di cui all’articolo 11 del decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 giugno 2017, n. 96.

La Circolare, emanata in risposta ad alcuni quesiti recentemente pervenuti dalle strutture territoriali anche in relazione alle istanze di definizione presentate dai contribuenti, segue la Circolare n. 22/E del 28 luglio 2017, recante primi chiarimenti sempre in ordine alla definizione agevolata delle controversie pendenti (cfr. contenuti correlati).

La presente Circolare si sofferma in particolare sui seguenti profili: qualità di parte dell’Agenzia delle Entrate; atti oggetto delle liti definibili; legittimazione a presentare la domanda di definizione; determinazione degli importi dovuti; trattamento delle sanzioni.

www.dirittobancario.it/sites/default/files/allegati/circolare_agenzia_delle_entrate_25_settembre_...
... Leggi tuttoLeggi meno

19 settembre,2017

L'ADUNANZA PLENARIA DEL CONSIGLIO DI STATO RISOLVE IL CONTRASTO GIURISPRUDENZIALE (ANTE P.A.T.) SULLA VALIDITA' DELLA NOTIFICA PEC NEL PROCESSO AMMINISTRATIVO

L’Adunanza Plenaria enuncia, in conclusione, il seguente principio di diritto:

"la notificazione del ricorso instaurativo del processo amministrativo può avvenire per posta elettronica certificata (PEC), nel rispetto delle disposizioni che la regolano, anche prima dell’adozione del d.P.C.M. 16 febbraio 2016 n. 40 ed indipendentemente dall’autorizzazione presidenziale, di cui all’art. 52, comma 2, del codice del processo amministrativo"

Sentenza n. 6 pubbl. il 19/9/2017
... Leggi tuttoLeggi meno

16 settembre,2017

m.youtube.com/watch?v=6yfwJ-2MwnE&feature=shareOpportunità di sviluppo delle imprese pugliesi negli Stati Uniti. Se ne e' discusso in Fiera del Levante alla presenza del Console per gli affari politico - ... ... Leggi tuttoLeggi meno

Video image

 

Comment on Facebook

14 settembre,2017

Grande successo per Apulian Business in the USA 🇺🇸 grazie a Fiera Del Levante Michele Emiliano #MicheleMazzarano ... Leggi tuttoLeggi meno

Grande successo per Apulian Business in the USA 🇺🇸 grazie a Fiera Del Levante Michele Emiliano #MicheleMazzarano

14 settembre,2017

... Leggi tuttoLeggi meno

14 settembre,2017

... Leggi tuttoLeggi meno

14 settembre,2017

... Leggi tuttoLeggi meno

14 settembre,2017

... Leggi tuttoLeggi meno

14 settembre,2017

... Leggi tuttoLeggi meno

08 settembre,2017

SAVE THE DATE
14/09/2017 c/o Fiera Del Levante
(Pad. 110 Internazionalizzazione)

APULIAN BUSINESS IN THE USA

Regione Puglia Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bari
LEGAL UNITY Giovani Imprenditori Confindustria Bari-Bat
AmCham Italy Michele Mazzarano Piero Ancona Elbano De Nuccio Gigi Decollanz Mario Aprile Luigi De Santis Giandomenico De Tullio Francesco Boccia

La partecipazione al Convegno attribuirà i crediti formativi agli Iscritti all’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili in funzione del numero di ore di effettiva presenza.

Info modalità per accesso Fiera su
www.sistema.puglia.it/SistemaPuglia/fiera2017
www.legalunity.it
... Leggi tuttoLeggi meno

SAVE THE DATE 
14/09/2017 c/o Fiera Del Levante 
(Pad. 110 Internazionalizzazione)

APULIAN BUSINESS IN THE USA

Regione Puglia Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bari
LEGAL UNITY Giovani Imprenditori Confindustria Bari-Bat
AmCham Italy Michele Mazzarano Piero Ancona Elbano De Nuccio Gigi Decollanz Mario Aprile Luigi De Santis Giandomenico De Tullio Francesco Boccia 

La partecipazione al Convegno attribuirà i crediti formativi agli Iscritti all’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili in funzione del numero di ore di effettiva presenza.

Info modalità per accesso Fiera su
www.sistema.puglia.it/SistemaPuglia/fiera2017
www.legalunity.it

 

Comment on Facebook

MODALITA' DI REGISTRAZIONE PER ACCESSO FIERA Andare su http://www.sistema.puglia.it e registrasi (registrazione in alto a destra). Dopo essersi registrati ricaricare la pagina e accedere con login e password (sempre in alto a destra). Una volta effettuato l'accesso andare alla pagina del portale "Eventi Regione Puglia e Ingressi alla Fiera del Levante" (la trovi tra gli eventi in "PRIMO PIANO"). Si aprirà una pagine con istruzioni. Andare ultima riga delle istruzioni dove c'è un "qui" interattivo (in rosso). Si sarà indirizzati ad altra pagina dove in alto a SINISTRA c'è la sezione "Registrarsi agli Eventi". A questo punto in basso "registrazione eventi". Selezionare l'evento a cui registrarsi. NB: la procedura va fatta dal computer (non ipad o iphone).

02 agosto,2017

All'Avvocato costituito gli atti vanno notificati a mezzo pec al domicilio digitale

La Corte di Cassazione con la sentenza n. 17048/2017, pubblicata il 11 luglio 2017, è stata chiamata nuovamente ad occuparsi della questione relativa alla validità o meno della notifica degli atti in Cancelleria, qualora la parte non abbia eletto domicilio nel comune dove si trova l’ufficio giudiziario davanti al quale è pendente il giudizio.

Secondo i Giudici di Piazza Cavour, la domiciliazione ex lege presso la Cancelleria è oggi prevista solo in via residuale e più precisamente nel caso in cui le comunicazioni o le notificazioni delle cancellerie e delle parti private non possono eseguirsi presso il domicilio telematico per motivi imputabili al destinatario. In altri termini, con l’introduzione del “domicilio digitale”previsto dall’art. 16 sexies del decreto legge 18 ottobre 2012 n. 170, come modificato dal decreto legge 24 giugno 2014 n.90, convertito in legge con modificazioni dalla legge 11 agosto 2014 n. 114, non è più possibile procedere alle comunicazioni o alle notificazioni presso la cancelleria dell’ufficio giudiziario innanzi al quale pende la causa, anche nell’ipotesi in cui il destinatario non abbia eletto domicilio nel comune in cui ha sede l’ufficio giudiziario innanzi al quale è pendente il giudizio, salvo che oltre alla suddetta omissione è impossibile accedere all’indirizzo di posta elettronica certificata del destinatario per cause imputabili a quest’ultimo.
... Leggi tuttoLeggi meno

25 luglio,2017

Split payment: le novità in Gazzetta Ufficiale

Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 171 del 24 luglio 2017 il decreto Ministero dell’economia e delle finanze 13 luglio 2017 di modifica della disciplina di attuazione in materia di scissione dei pagamenti ai fini dell’IVA (split payment).

Il presente decreto si applica alle fatture per le quali l’esigibilità si verifica a partire dal giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
... Leggi tuttoLeggi meno

Split payment: le novità in Gazzetta Ufficiale

Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 171 del 24 luglio 2017 il decreto Ministero dell’economia e delle finanze 13 luglio 2017 di modifica della disciplina di attuazione in materia di scissione dei pagamenti ai fini dell’IVA (split payment).

Il presente decreto si applica alle fatture per le quali l’esigibilità si verifica a partire dal giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

13 luglio,2017

Foto del diario ... Leggi tuttoLeggi meno

10 luglio,2017

La provvisoria esecutività deve essere concessa al termine della prima udienza di comparizione

Questo è quanto di recente affermato dal Tribunale di Pavia a scioglimento della riserva assunta a seguito della prima udienza di comparizione.

In particolare il magistrato, sulla scia di quell’orientamento che prevede l’applicazione letterale dell’art. 648 c.p.c., ha statuito che la concessione della provvisoria esecutività non può andare oltre l’esito della prima udienza di comparizione, salvo che: i) le parti non lo richiedano espressamente; ii) non vi sia la “rinuncia espressa della relativa domanda da parte dell’opposta”; iii) non ricorrano “ipotesi eccezionali che astrattamente potrebbero legittimare la parte richiedente il differimento alla rimessione in termini ex art. 153 c.p.c. per “causa ad essa non imputabile” (ad es. problemi del PCT)”.

A ciò si aggiunga anche che “in caso di allegazioni specifiche di parte opponente nel giudizio di opposizione, pur non supportate o supportate solo parzialmente da prova scritta, ai fini della concessione della provvisoria esecuzione del decreto opposto, è necessario, per parte opposta, allegare elementi probatori idonei a fondare la pretesa creditoria, in base a giudizio probabilistico quanto meno sotto il profilo del fumus (Cass. 12.2.1998, n. 1505, Cass. 30 .7.2004, n. 14556; nel merito recentemente Trib. Roma 5.2.2015 Tribunale di Torino, 22.1.2016 Tribunale Pescara, 16.8.2013, n. 5482)”

Pertanto, nel caso di specie, non sussistendo alcuno dei presupposti sopra indicati, Il Tribunale di Pavia ha concluso che “a) La costituzione del convenuto opposto in data […] (giorno precedente l’udienza di prima comparizione) non giustifica ex se il differimento della decisione sulla provvisoria esecuzione rispetto alla “prima udienza”; b) nel merito parte opponente ha contestato il credito vantato da parte convenuta opposta; l’eccezione relativa al difetto di prova di capacità processuale (art. 75 c.2 c.p.c.), allo stato attuale del giudizio, risulta superata dalla produzione documentale dell’opposta (cfr. doc. 1 allegato alla comparsa di costituzione-visura camerale); l’asserita carenza di prova della cessione risulta, almeno prima facie, contraddetta dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, depositata in fase monitoria; la prova scritta offerta, concernente l’atto di transazione, è relativa a rapporto contrattuale […]; l’eccezione di prescrizione, pur meritevole di approfondimento, non vale ad inficiare la prova del credito; c) parte opposta, fin dalla fase monitoria, ha depositato rilevante e significativa documentazione costituita da contratto e certificazione ex art. 50 TUB; d) le ulteriori contestazioni relative alla difformità tra l’importo indicato nel contratto e quello dedotto nel ricorso, pur meritevoli di approfondimento, non risultano comunque fondate su prova scritta; […] P.Q.M. concede la provvisoria esecuzione al decreto ingiuntivo emesso dal Tribunale di Pavia”
... Leggi tuttoLeggi meno

La provvisoria esecutività deve essere concessa al termine della prima udienza di comparizione

Questo è quanto di recente affermato dal Tribunale di Pavia a scioglimento della riserva assunta a seguito della prima udienza di comparizione.

In particolare il magistrato, sulla scia di quell’orientamento che prevede l’applicazione letterale dell’art. 648 c.p.c., ha statuito che la concessione della provvisoria esecutività non può andare oltre l’esito della prima udienza di comparizione, salvo che: i) le parti non lo richiedano espressamente; ii) non vi sia la “rinuncia espressa della relativa domanda da parte dell’opposta”; iii) non ricorrano “ipotesi eccezionali che astrattamente potrebbero legittimare la parte richiedente il differimento alla rimessione in termini ex art. 153 c.p.c. per “causa ad essa non imputabile” (ad es. problemi del PCT)”.

A ciò si aggiunga anche che “in caso di allegazioni specifiche di parte opponente nel giudizio di opposizione, pur non supportate o supportate solo parzialmente da prova scritta, ai fini della concessione della provvisoria esecuzione del decreto opposto, è necessario, per parte opposta, allegare elementi probatori idonei a fondare la pretesa creditoria, in base a giudizio probabilistico quanto meno sotto il profilo del fumus (Cass. 12.2.1998, n. 1505, Cass. 30 .7.2004, n. 14556; nel merito recentemente Trib. Roma 5.2.2015 Tribunale di Torino, 22.1.2016 Tribunale Pescara, 16.8.2013, n. 5482)”

Pertanto, nel caso di specie, non sussistendo alcuno dei presupposti sopra indicati, Il Tribunale di Pavia ha concluso che “a) La costituzione del convenuto opposto in data […] (giorno precedente l’udienza di prima comparizione) non giustifica ex se il differimento della decisione sulla provvisoria esecuzione rispetto alla “prima udienza”; b) nel merito parte opponente ha contestato il credito vantato da parte convenuta opposta; l’eccezione relativa al difetto di prova di capacità processuale (art. 75 c.2 c.p.c.), allo stato attuale del giudizio, risulta superata dalla produzione documentale dell’opposta (cfr. doc. 1 allegato alla comparsa di costituzione-visura camerale); l’asserita carenza di prova della cessione risulta, almeno prima facie, contraddetta dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, depositata in fase monitoria; la prova scritta offerta, concernente l’atto di transazione, è relativa a rapporto contrattuale […]; l’eccezione di prescrizione, pur meritevole di approfondimento, non vale ad inficiare la prova del credito; c) parte opposta, fin dalla fase monitoria, ha depositato rilevante e significativa documentazione costituita da contratto e certificazione ex art. 50 TUB; d) le ulteriori contestazioni relative alla difformità tra l’importo indicato nel contratto e quello dedotto nel ricorso, pur meritevoli di approfondimento, non risultano comunque fondate su prova scritta; […] P.Q.M. concede la provvisoria esecuzione al decreto ingiuntivo emesso dal Tribunale di Pavia”
Carica altro
Corporate e Commercial law – Merger and Acquisition – Financial law – International and European Law -Internazionalizzazione delle imprese (in/out) – Fallimentare e concorsuale – Delle Proprietà e Contratti – Implementazioni dei modelli organizzativi gestionali aziendali (231 e Rating) – Amministrativo con prevalenza nel comparto servizi e forniture – diritto di Famiglia e delle Successioni – Bancario e delle assicurazioni – Previdenziale – Corporate e Commercial law – Merger and Acquisition – Financial law – International and European Law -Internazionalizzazione delle imprese (in/out) – Fallimentare e concorsuale – Delle Proprietà e Contratti – Implementazioni dei modelli organizzativi gestionali aziendali (231 e Rating) – Amministrativo con prevalenza nel comparto servizi e forniture – diritto di Famiglia e delle Successioni – Bancario e delle assicurazioni – Previdenziale
Corporate e Commercial law – Merger and Acquisition – Financial law – International and European Law -Internazionalizzazione delle imprese (in/out) – Fallimentare e concorsuale – Delle Proprietà e Contratti – Implementazioni dei modelli organizzativi gestionali aziendali (231 e Rating) – Amministrativo con prevalenza nel comparto servizi e forniture – diritto di Famiglia e delle Successioni – Bancario e delle assicurazioni – Previdenziale – Corporate e Commercial law – Merger and Acquisition – Financial law – International and European Law -Internazionalizzazione delle imprese (in/out) – Fallimentare e concorsuale – Delle Proprietà e Contratti – Implementazioni dei modelli organizzativi gestionali aziendali (231 e Rating) – Amministrativo con prevalenza nel comparto servizi e forniture – diritto di Famiglia e delle Successioni – Bancario e delle assicurazioni – Previdenziale
Corporate e Commercial law – Merger and Acquisition – Financial law – International and European Law -Internazionalizzazione delle imprese (in/out) – Fallimentare e concorsuale – Delle Proprietà e Contratti – Implementazioni dei modelli organizzativi gestionali aziendali (231 e Rating) – Amministrativo con prevalenza nel comparto servizi e forniture – diritto di Famiglia e delle Successioni – Bancario e delle assicurazioni – Previdenziale – Corporate e Commercial law – Merger and Acquisition – Financial law – International and European Law -Internazionalizzazione delle imprese (in/out) – Fallimentare e concorsuale – Delle Proprietà e Contratti – Implementazioni dei modelli organizzativi gestionali aziendali (231 e Rating) – Amministrativo con prevalenza nel comparto servizi e forniture – diritto di Famiglia e delle Successioni – Bancario e delle assicurazioni – Previdenziale
Corporate e Commercial law – Merger and Acquisition – Financial law – International and European Law -Internazionalizzazione delle imprese (in/out) – Fallimentare e concorsuale – Delle Proprietà e Contratti – Implementazioni dei modelli organizzativi gestionali aziendali (231 e Rating) – Amministrativo con prevalenza nel comparto servizi e forniture – diritto di Famiglia e delle Successioni – Bancario e delle assicurazioni – Previdenziale – Corporate e Commercial law – Merger and Acquisition – Financial law – International and European Law -Internazionalizzazione delle imprese (in/out) – Fallimentare e concorsuale – Delle Proprietà e Contratti – Implementazioni dei modelli organizzativi gestionali aziendali (231 e Rating) – Amministrativo con prevalenza nel comparto servizi e forniture – diritto di Famiglia e delle Successioni – Bancario e delle assicurazioni – Previdenziale